La nostra campagna di equity crowdfunding

è iniziata!

Che cos'è Rascala Boats?

Rascala Boats è un marchio italiano di imbarcazioni di diporto nato nel 1993.

Per quasi 20 anni, le barche Rascala hanno solcato i mari d’Europa e oltre, raccogliendo successo e riconoscimenti per la particolare qualità delle imbarcazioni e per l’eccezionale rapporto qualità/prezzo, grazie a cui ancora oggi sono numerosissimi i natanti offerti sul mercato dell’usato o del noleggio.

Il successo commerciale delle barche Rascala è attestato dai numeri: oltre 15.000 imbarcazioni vendute in 26 paesi, oltre a importanti meeting come il primo, avvenuto nel maggio 1998 a Portovenere (vicino La Spezia, in Italia), che ha riunito numerosi giornalisti internazionali e diverse decine di commercianti e importatori di tutto il mondo. Erano pronte per le prove in acqua tutte le 9 imbarcazioni della gamma Rascala, tra 13 e 43 piedi, di cui hanno parlato testate di tutto il mondo.

Una storia nata per volontà dell’imprenditore Daniele Rizzo, appassionato esperto del settore sia in qualità di rivenditore di prestigiosi marchi nautici a Roma, sia come titolare di un porto turistico privato a Terracina, che oggi ha scelto di ridare vita al brand rilanciando Rascala Boats con un progetto ambizioso: essere presente di nuovo sui mercati di tutto il mondo con una gamma di modelli molto articolata che comprenderà anche battelli pneumatici e imbarcazioni fino a 15 metri di lunghezza.

#RascalaRitorna: Rascala Boats ha scelto di avviare una campagna di equity crowdfunding per sostenere il rilancio del marchio.

Il nuovo corso ripartirà puntando sulla qualità delle barche, tutti modelli fuoribordo. La road map prevede l’inizio della produzione dei modelli più piccoli nel gennaio 2020, per proseguire con un nuovo modello ogni tre mesi e concludere la gamma entro la metà del 2022.

Per completare la capitalizzazione della società mediante equity crowdfunding, Rascala Boats si è affidata a un’azienda leader del settore, la piattaforma Opstart che offre a chiunque l’opportunità di diventarne socio, anche con piccole quote, fiscalmente detraibili per il 40%.

La campagna sarà attiva da settembre sul sito web www.Opstart.it

Perché investire in Rascala Boats?

  1. Perché il mercato della nautica da diporto è in forte ripresa;
  2. Perché il progetto, che poggia su una solida esperienza ultraventennale, è ben strutturato e sarà condotto con entusiasmo dallo stesso team che ha saputo conquistare una solida reputazione in molti paesi del mondo;
  3. Perché il team responsabile dispone di un know how avanzato su ogni aspetto di progettazione, produzione e gestione.
  4. Perché le innovazioni che saranno apportate sono tante ed importanti.
  5. Perché i costi di produzione saranno assai contenuti e la competitività potrà quindi essere eccezionale su tutti i mercati.
  6. Perché l’investimento nelle startup innovative è incentivato con una detrazione fiscale del 40%.
  7. Investire in quote privilegiate che consentono un più elevato livello di sicurezza per reddito ed investimento.

Alcuni nostri prodotti Storici

Che cos'è l'

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo che avviene attraverso piattaforme web, dove un gruppo di soggetti conferisce il proprio denaro per sostenere e finanziare gli sforzi di persone e di organizzazioni. La principale innovazione portata dal crowdfunding è rappresentata dalle modalità di utilizzo degli strumenti informatici e dalla capacità delle piattaforme di coinvolgere ed emozionare un vasto numero di persone.

L’equity crowdfunding è un’evoluzione del crowdfunding tradizionale (raccolta di fondi online), che permette a una società di incassare finanziamenti online. Gli investitori che contribuiscono alla raccolta ottengono un titolo di partecipazione all’azienda, accedendo a tutti i diritti patrimoniali e amministrativi che ne conseguono.

Il meccanismo dell’equity crowdfunding è simile a quello del crowdfunding “normale”. Un’azienda si presenta online sulle piattaforme apposite, spiega i suoi obiettivi e fissa il target di raccolta che dovrà essere raggiunto entro la fine della campagna.

In caso di mancato raggiungimento del target, gli investimenti non vengono finalizzati e il donatore non perde nulla. Ad oggi sono state attivate 155 offerte, con un tasso di successo del 59,8 per cento (Il Sole 24 Ore). Per i soggetti persone fisiche o giuridiche, che investono in Startup innovative, PMI innovative e OIRC che investono prevalentemente in Startup o PMI Innovative o altre società di capitali, la legge di Bilancio 2017 ha riconosciuto in via permanente un’agevolazione fiscale sull’investimento. 
Per le persone fisiche:
detrazione dall’IRPEF lorda pari al 30% ( 40% solo per il 2019, previa autorizzazione C.E.) della somma investita fino ad un massimo annuo di 1 milione di euro. 
Per le persone giuridiche: deduzione dall’imponibile IRES pari al 30% ( 40% solo per il 2019, previa autorizzazione C.E.) della somma investita fino ad un massimo annuo di 1,8 milioni di euro.

La nostra value proposition

1

La disponibilità di un marchio di
prestigio internazionalmente conosciuto
e del suo know how

2

Le importanti innovazioni tecnologiche
nella costruzione degli stampi

3

Le importanti innovazioni tecnologiche
e distributive delle barche

4

La delocalizzazione della produzione in
Albania sotto controllo italiano

5

Il rapporto EBITDA / fatturato elevato, nonostante i prezzi di vendita più che competitivi

6

La strategia dello “start-up graduale”, che riduce drasticamente gli investimenti necessari

Il nostro team

Daniele Rizzo

CEO
Laureato con lode in Economia e Commercio all'Università "La Sapienza" di Roma, dottore commercialista. Dal 1972 al 1976 è stato dirigente della General Motors, periodo durante il quale ha anche conseguito un Master in Automotive wholesale distribution a Detroit. Tra il 1976 ed il 1992 è stato concessionario a Roma di Ford, Peugeot, Volvo, Lancia e Saab, oltre che di diverse case nautiche, ed ha gestito un porto turistico a Terracina. Fondatore del brand RASCALA BOATS nel 1992, è conosciuto ed apprezzato da fornitori, concessionari e giornalisti del settore.

Massimo Di Rosario

Responsabile Ricerca
Ingegnere navale tra i più noti in Italia, con 40 anni di esperienza nel settore, ha espletato numerosi incarichi governativi ed è autore di centinaia di progetti di imbarcazioni. È iscritto all'albo dei costruttori navali di Castellammare di Stabia. È partner di uno studio tecnico navale anche in Cina, dove gode di una notorietà ultraventennale.

Altin Gaba

DG controllata albanese
Laureato all'Università di Tirana in Economia e Commercio nel 2001 e in Giurisprudenza nel 2007. Iscritto agli albi degli avvocati e dei commercialisti d'Albania. Dal 2001 al 2003 ha esercitato la professione di dottore commercialista. Dal 2003 al 2008 è stato ispettore dell'agenzia fiscale municipale di Valona e dal 2008 al 2014 direttore dello stesso ufficio. Dal 2014 è direttore generale del cantiere navale militare di Pashaliman a Valona.

Fabio Petrone

Pr Manager
Giornalista professionista. Dal 1985 al 2010 prima giornalista e poi capo redattore e vice direttore di "NAUTICA". Per oltre trent'anni sul mare, specializzato nella nautica come tester di barche di ogni tipo e di accessori, profondo conoscitore del mercato, consulente in comunicazione e marketing, fotografo. La sua agenzia di stampa nautica Pressmare curerà per la RASCALA BOATS le PR ed i rapporti con i giornalisti di tutto il mondo.

Luigi Nicolardi

Team Leader degli istruttori italiani
Diplomato all'istituto tecnico con specializzazione in laminazione della vetroresina. Dal 1998 al 2004 tecnico prima e capo cantiere poi del cantiere navale Sogesta di Tricase (LE). Dal 2005 al 2013 è stato capo cantiere della RASCALA BOATS. Dal 2013 consulente tecnico free lance di diversi cantieri navali italiani.

Davide Panarella

Progettista e Responsabile design
Laureato in design industriale alla seconda Università di Napoli, ha conseguito un Master in design and transportation presso la Domus Academy di Milano. Ha collaborato con la DR automobili, è specializzato in automotive e in imbarcazioni da diporto, è stato autore del design di molte RASCALA BOATS in passato.

FAQ Progetto

Nel gennaio 2020, con i tre modelli più piccoli. Poi verrà presentato un nuovo modello, sempre più grande, ogni tre mesi. La gamma sarà tutta in produzione di serie dalla metà del 2022.

Gli ingegneri e gli operai proverranno in gran parte da un cantiere navale militare dotato di alta tecnologia (Pashaliman di Valona). Una squadra di quattro espertissimi tecnici italiani lavorerà in Albania per almeno cinque anni per formare ed addestrare alle nuove tecniche le maestranze albanesi e successivamente per operare uno stringente controllo di qualità.

Tutta la componentistica e le materie prime saranno acquistate dalla capogruppo italiana, prevalentemente in Italia, e saranno sempre della miglior qualità disponibile sul mercato.

No. Le barche saranno distribuite attraverso reti di concessionari, che provvederanno a motorizzarle secondo i desideri del cliente finale. Anche la vendita attraverso la piattaforma internet, anche se gestita direttamente dal cantiere, prevede l’intervento del concessionario che consegnerà la barca ed emetterà emetterà la fattura al cliente finale.

No, come “made in Italy”. La normativa internazionale relativa alle barche da diporto prevede che la nazionalità del prodotto sia quella del luogo di progettazione e da dove proviene la maggior parte delle materie prime e dei componenti. Il paese di assemblaggio è ininfluente.

Straordinaria. In Albania il costo del lavoro sarà un sesto circa di quello in Italia o in un altro paese UE. Le spese generali incideranno per meno di un terzo rispetto a quanto sarebbe necessario in Italia. Le innovazioni tecnologiche consentiranno ulteriori notevoli riduzioni dei costi di produzione. Tutto ciò risulterà in risparmi di molti milioni di Euro, che per metà si tradurranno in riduzioni dei prezzi di vendita aumentando la competitività, per l’altra metà aumenteranno i profitti e quindi la redditività dell’investimento.

Per la straordinaria competitività delle barche e per la notorietà del brand “RASCALA BOATS” ci aspettiamo dei risultati eccezionalmente positivi. Il business plan, redatto con estrema prudenza, prevede che nei primi cinque anni l’investimento possa essere moltiplicato per 15 o 20 volte, di cui un terzo come capital gain e due terzi per dividendi effettivamente percepiti.
Inoltre le quote privilegiate garantiscono comunque la priorità assoluta nella distribuzione di dividendi fino al 30% annuo. E l’investimento è detraibile dalle imposte per il 40%.

È assolutamente vero. Per questo motivo abbiamo previsto di aprire alla fine del 2020 una controllata al 100% in Florida con personale americano, che gestirà il mercato USA, quello canadese e quelli dell’America latina.

Non esiste un investimento senza rischi. Di solito il maggior rischio è compensato da una redditività attesa più alta. In Rascala Boats il rischio è assai limitato per le precedenti positive esperienze e per la estrema prudenza con cui sono stati previsti incassi e spese, mentre la redditività attesa è estremamente alta. È veramente difficile trovare un rapporto redditività attesa / rischio più favorevole.

FAQ Equity Crowdfunding

Ogni sottoscrittore diventa socio della società a tutti gli effetti acquisendo, in base alla tipologia di investimento selezionata, i diritti che ne conseguono (ad esempio in relazione a diritto di voto, modalità di distribuzione dei dividendi, ecc.).

Gli investitori retail (non professionali) hanno il diritto di cambiare idea con restituzione delle somme investite e senza nessuna spesa a patto che ciò avvenga entro 7 giorni dall’adesione tramite una comunicazione al portale.

Può investire chiunque, sia persone fisiche che persone giuridiche, purché maggiorenni.

Su Opstart non sono previste commissioni a carico degli investitori. Eventuali commissioni per bonifici di pagamento o transazioni analoghe dovranno essere verificate con la propria banca.

Se la campagna si conclude positivamente, i capitali raccolti, al netto di commissioni, servizi accessori e spese del portale, vengono conferiti alla società Offerente, ovvero alla Startup o PMI innovativa che ha avviato la campagna. Tale conferimento avviene dopo la registrazione nel libro dei soci di tutti gli aderenti alla campagna.  Nel caso di non raggiungimento del target minimo, i capitali raccolti vengono restituiti agli investitori senza l’addebito di alcun costo e la società Offerente resta senza capitali e dovrà riconsiderare i propri progetti imprenditoriali.

Se una campagna di equity crowdfunding non raggiunge il proprio obiettivo entro i termini stabiliti, i fondi versati vengono restituiti agli investitori senza alcuna spesa.

Investire in startup o PMI innovative offre interessanti vantaggi fiscali: la Legge di Bilancio 2019 ha disposto infatti l’aumento dell’aliquota dal 30 al 40%. Inoltre, consente potenziali remunerazioni, commisurate al rischio, molto elevate, oltre alla soddisfazione di poter dire “anche io ho contribuito a sviluppare questo progetto!”

Parlano di Noi

Seguici

Rascala srl
via Don Bosco, 43 – 73100 Lecce

Privacy Policy